USA e Regno Unito potrebbero offrire clemenza ad Assad se si unisce alle trattative per la pace

TAGlist

USA e Regno Unito potrebbero offrire clemenza ad Assad se si unisce alle trattative per la pace

Gio, 21/06/2012

Il Regno Unito e gli Stati Uniti sono disposti ad offrire al presidente siriano, Bashar al-Assad, un salvacondotto/lasciapassare – e perfino la clemenza – come parte di uno tentativo diplomatico di convocare, con l’appoggio dell’ONU, una conferenza a Ginevra sulla transizione politica in Siria. L’iniziativa è nata dopo gli incoraggiamenti che David Cameron e Barack Obama hanno ricevuto dal Presidente russo Vladimir Putin in colloqui bilaterali separati al G20 in Messico.

Mentre le morti civili si susseguono a ritmo giornaliero e con il conflitto che appare sempre di tendenza settaria, il Regno Unito è disposto a discutere sulla posibilità di clemenza ad Assad se ciò favorisse il lancio di una conferenza di transizione. Gli si potrebbe perfino offrire un salvacondotto/lasciapassare per assistere alla conferenza.

Un alto funzionario britannico ha dichiarato: “È difficile trovare una soluzione negoziata nella quale uno dei partecipanti sia disposto ad andare volontariamente alla Corte Penale Internazionale”. È stato sottolineato che Cameron non ha ancora preso una decisione finale sul tema. In alcune discussioni durante il G20, i funzionari britannici e americani erano (stati) convinti che Putin potrebbe abbandonare l’idea che Assad rimanga al potere indefinitamente, anche se questa limitata concessione è controversa a Mosca.

Sulla base di queste discussioni, il Segretario di Stato USA, Hillary Clinton, cercherà di convincere l’ex Segretario Generale dell’ONU, Kofi Annan, a cambiare il suo piano per la costruzione di gruppo di contatto sulla Siria, per ospitare invece una conferenza usando la transizione in Yemen come modello. Nel caso dello Yemen, al presidente, Ali Saleh, era stata concessa l’immunità a febbraio, nonostante i massacri di civili. Il suo vice, al quale ha ceduto il potere, sta preparando una nuova Costituzione.

Fra i partecipanti alla conferenza vi sarebbero rappresentanti del governo siriano, figure chiave dell’opposizione, i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza ONU e figure chiave nella regione, come la Turchia e l’Arabia Saudita. La Russia sta facendo pressioni affinché l’Iran possa partecipare. La riunione, sotto la presidenza di Annan, si svolgerebbe entro la fine del mese con l’obiettivo di stabilire un ampio governo che porti il Paese alle elezioni entro 18 mesi.

TAGlist

Press Review
Britain and America are willing to offer the Syrian president, Bashar al-Assad, safe passage – and even clemency – as part of a diplomatic push to convene a UN-sponsored conference in Geneva on political transition in Syria. The initiative comes after David Cameron and Barack Obama received encouragement fr