Un mea culpa segreto sulla guerra in Iraq

Gio, 25/10/2012
Questo eccezionale CIA mea culpa, rivelato in estate, spiega che il fallimento dei servizi d'intelligence degli Stati Uniti in relazione all'Iraq e alle inesistenti armi di distruzione di massa è la conseguenza di "passività analitiche" e di predisposizioni che hanno impedito agli analisti di vedere il problema "attraverso il prisma iracheno".
I principali risultati presentati nella prima pagina e mezzo (l'unica parte letta dalla maggior parte dei politici) vengono rilasciati quasi per intero, mentre il resto del documento assomiglia molto a un formaggio svizzero a causa delle molte parole in codice, fonti, e rapporti di intelligence che restano classificati ancora oggi, sette anni dopo che l'Iraq Survey Group ha riferito al direttore della CIA quanto fossero sbagliate le valutazioni prima della guerra. I principali risultati non contengono le frasi più sorprendenti, che sono state inserite invece in chiusura del documento.
Per esempio, a pagina 14 della relazione si legge: "Data lunga storia dell'Iraq di inganno e di piccoli cambiamenti nel comportamento verso l'esterno, gli analisti non hanno speso tempo a sufficienza ad esaminare la premessa che gli Iracheni avevano cambiato comportamento, e che ciò che l'Iraq diceva alla fine del 1995 era, per la maggior parte, vero. " A pagina 16: "Gli analisti tendevano a concentrarsi su ciò che era più importante per noi - la caccia alle ADM - e meno su quello che sarebbe più importante proteggere per una dittatura paranoica. Visto attraverso un prisma iracheno, la loro reputazione, la loro sicurezza, le loro capacità tecnologiche complessive e il loro status dovevano essere preservati. Gli inganni sono stati perpetrati e rilevati, ma le ragioni di tali inganni sono state fraintese."
Al National Security Archive, abbiamo visto per la prima volta un riferimento a questo documento in Serie retrospettiva della CIA in una nota a un report Senate Intelligence Committee nel settembre 2006, quindi abbiamo subito presentato una richiesta obbligatoria di declassificazione per questo elemento specifico (MDR si muovono spesso attraverso il backlog declassificazione sistema più veloce di libertà di richieste di informazioni quando si ha questo tipo di titolo esatto e la data di riferimento per citare). Eppure, la CIA ci ha messo quasi sei anni per rilasciare il rapporto. Quanti anni serviranno ancora per imparare la lezione?

Link al documento

 

 

 

 

 

 

 

 

TAGlist

Documents
In this exclusive from the National Security Archive, a secret agency report on its WMD failures is published for the first time.