Ricco convegno a Bruxelles su Ragion di Stato a partire da Iraq 2003

Ricco convegno a Bruxelles su Ragion di Stato a partire da Iraq 2003

Matteo Angioli
Membro del Consiglio Generale del Partito Radicale
Mar, 04/03/2014

In Iraq anche il mese di febbraio si è chiuso con un carico di sangue sparso sempre più pesante e tragico. Iraq Body Count parla di circa 930 vittime nei 28 giorni di febbraio e di oltre 2000 nel 2014. Mentre scriviamo, le agenzie danno la notizia che alcuni miliziani armati hanno fatto irruzione nel complesso che ospita gli uffici del consiglio comunale e del tribunale a Samarra, nel nord dell'Iraq, prendendo in ostaggio gli impiegati.

Nel Regno Unito, dove è atteso per metà anno il rapporto finale dell'Inchiesta Chilcot, Tony Blair viene criticato da accuse che lo coinvolgono sia nell'affare delle intercettazioni telefoniche effettuate dalla rivista News of the World, sia nella conduzione delle trattative che portarono all'Accordo di pace in Irlanda del Nord nel 1998. Nel primo caso, Blair è accusato di aver offerto aiuto, come "adviser informale", alla direttrice di News of the World, Rebekah Brooks e al magnate Rupert Murdoch, l'indomani dello scoppio dello scandalo che ha rivelato l'impressionante scala di intercettazioni telefoniche compiute dal giornalse stesso. Nel secondo caso, l'ex Premier britannico avrebbe invece promesso l'amnistia ad alcuni membri repubblicani dell'IRA senza informare gli avversari, gli unionisti dell'Ulster, in particolare Peter Robinson, attuale Primo Ministro nord-irlandese, che fu tra coloro che acconsentì alla formazione del primo governo in condivisione e che oggi parla di "un giorno moltro triste" per l'Irlanda del Nord. 

Sempre a febbraio, il 18 e 19, si è tenuto a Bruxelles il convegno “Stato di Diritto v. Ragion di Stato”, organizzato dal Partito Radicale, insieme a Non c’è Pace Senza Giustizia e a Nessuno Tocchi Caino. Martedì 18 l’evento si è svolto al Parlamento europeo con il patrocinio del Gruppo al Parlamento europeo ALDE (Alleanza dei Liberali e Democratici per l’Europa) e del deputato europeo Niccolò Rinaldi. Mercoledì 19, è stata la volta della Commissione europea, nella sede centrale del palazzo del Berlaymont, grazie al patrocinio del Vice Presidente della Commissione Antonio Tajani, che ha anche partecipato ai lavori.

L’iniziativa, sostenuta tra l'altro da Elio Di Rupo, Emma Bonino e Mairead Maguire, ha registrato numerosi interventi di politici, accademici e attivisti, tra cui Guy Verhofstadt, Struan Stevenson, Louis Michel, Bakthiar Amin, Fausto Bertinotti, Giulio Terzi di Sant’Agata, Marco Pannella, Saumura Tioulong, Kok Ksor, Cesare Salvi, i professori Maria Rosaria Ferrarese, Mauro Bussani, Yves Charles Zarka, Otto von Pfersmann e Michel Troper, gli attivisti Stephen Plowden, Dara Thong e molti altri ancora, che per la prima volta si sono confrontati su un simile argomento in una duplice sede europea.

Ci auguriamo che sia solo l'inizio di un lavoro comune che consiste a portare all'attenzione di un numero crescente di legislatori il problema centrale che abbiamo sollevato, ovvero il deterioramento della democrazia in “democrazia reale”, con le conseguenze istituzionali che ciò comporta a livello locale, nazionale e globale.

Nelle prossime settimane pubblicheremo gli Atti relativi ai lavori del convegno. Il filmato integrale è già disponibile sul sito del Partito Radicale.

 

TAGlist

Editorials and interviews
In Iraq, February ended with its increasingly heavy and tragic load of blood. According to Iraq Body Count 930 people were killed in the 28 days of February, and over 2,000 since the beginning of 2014.