Dieci anni dopo, El-Baradei critica la guerra in Iraq

Dieci anni dopo, El-Baradei critica la guerra in Iraq

Mar, 19/03/2013

Un decennio dopo l’inizio della guerra in Iraq, Mohamed El-Baradei, all’epoca a capo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA), si chede se il mondo abbia imparato la lezione

“Dieci anni dopo, la guerra dell’Iraq resta un inganno a livello internazionale,” ha dichiarato via Twitter Mohamed El-Baradei, che all’epoca dell’inizio del conflitto era alla guida dell’AIEA.

Alla vigilia del suo decimo anniversario, Baradei ha definito la guerra in Iraq come il segno tangibile di un “sistema di sicurezza globale malfunzionante, di un sistema di giustizia internazionale inconsistente e di una colossale noncuranza nei confronti delle vittime civili”, chedendosi se la comunità internazionale abbia imparato la lezione.

Il 19 marzo del 2003, gli Stati Uniti e le forze della coalizione, Gran Bretagna in testa, invasero l’Iraq per liberarsi del regime di Saddam Hussein, accusato dall’amministrazione Bush di essere in possesso di armi di distruzione di massa. Decine di migliaia di civili iracheni rimasero uccisi e non fu trovata nessuna arma di distruzione di massa.

El-Baradei, vincitore nel 2005 del Premio Nobel per la Pace, fu accusato dai suoi oppositori in Egitto di aver dato legisttimità alla guerra poiché l’AIEA non disse che in Iraq, Paese già in difficoltà perché sottoposto a sanzioni, non c’erano armi di distruzioni di massa.

Conosciuto in Egitto dal 2010 come promotore di riforme politiche e sociali, Baradei si è difeso in diverse occasioni, dicendo che l’AIEA non ha mai sostenuto che il governo di Saddam possedesse armi di distruzioni di massa e non ha mai dato agli Stati Uniti luce verde per attaccare l’Iraq. El-Baradei lasciò l’AIEA nel settembre 2009 facendo ritorno al Cairo pochi mesi dopo per divenire il simbolo del movimento anti-Mubarak che prese corpo un anno dopo l’inizio della guerra in Iraq.

Ha fondato il Partito della Costituzione, d’ispirazione liberale, ed è uno dei fondatori del Fronte di Salvezza Nazionale, il più importante raggruppamento egiziano di opposizione. La guerra in Iraq è argomento di cui gli oppositori di Baradei ancora oggi si servono per attaccarlo e indebolirlo.

Traduzione: Sabrina Gasparrini

TAGlist

Press Review
A decade after the start of the Iraq war, Mohamed ElBaradei, who was International Atomic Energy Agency chief at the time, wonders if the world has learned its lesson “Ten years on: Iraq war remains a global act of deception,” Mohamed El-Baradei, the Egyptian opposition leader who was director general of the International Atomic Energy Agency (IAEA) when the war began, has said via Twitter.